GIRO D’ITALIA DI HANDBIKE: SEMPRE PIU’ “ROSA” LA NUOVA EDIZIONE 2017

| 5 dicembre 2016 | 1 Reply

Al Gran Galà delle stelle dello sport paralimpico “The night of the diamond of fame” organizzato dall’associazione “Live for Life Onlus” in collaborazione con il “Giro d’Italia di Handbike” a Limbiate, lo scorso 18 novembre, il presidente del Giro, Walter Ferrari ha annunciato le novità che caratterizzeranno la prossima edizione 2017: una nuova fashion designer che disegnerà le maglie del Giro, una cantante come testimonial e la collaborazione con l’importante concorso di moda “The look of the year”.

Agata Mottola si occuperà di disegnare la maglia rosa del vincitore assoluto, la maglia bianca del miglior giovane, la maglia nera dell’ultimo classificato. Agata Mottola con i suoi 24 anni e gli studi come fashion designer comincia a muovere i primi passi nel mondo della moda milanese conquistando i primi successi professionali, arrivando persino a presentare una sua collezione di abiti in un prestigioso Hotel di Milano ed ora approda alla grande famiglia del Giro d’Italia di Handbike. Questa potrebbe sembrare la storia di una ragazza qualsiasi ma Agata Mottola è una ragazza sorprendente perché pur essendo dalla nascita priva di udito ha sempre coltivato il suo sogno ed i suoi interessi. Da qualche anno è riuscita a migliorare la propria condizione grazie a un impianto cocleare uditivo questo fa di lei una persona davvero molto speciale che si sposa perfettamente con i principi della manifestazione.

“Il Giro d’Italia di Handbike diventa ancor più internazionale – ha dichiarato il vice-presidente Fabio Pennella– grazie alla nuova testimonial: la cantante Alexia, una delle voci italiane più conosciute in Italia e all’estero, un talento versatile e una voce importante. Quest’anno siamo onorati di essere rappresentati dalla forza e la grinta di Alexia, che sarà presente con noi in conferenza stampa il prossimo febbraio”.

Dal debutto ad oggi ha venduto più di 5 milioni di dischi in tutto il mondo, conquistando 8 Dischi d’Oro e 2 di Platino. Oggi Alexia, nella vita Alessia Aquilani, sta lavorando ad un nuovo lavoro discografico che vedrà la luce nel 2017 e si divide tra l’attività in studio ed i numerosi concerti in Italia ed all’Estero.

“Il paraciclismo è uno sport affascinante – ha dichiarato Alexia – dove forza, velocità, resistenza, tecnica e tenacia sono indissolubilmente legati: una disciplina che nasce dal cuore, fino a diventare una grande passione. Sono onorata di essere la madrina del Giro d’Italia Handbike, un evento unico in Europa capace di migliorare la qualità della vita delle persone e di favorire la loro integrazione nel tessuto sociale. Sono convinta che questa disciplina crei intensi momenti di socializzazione e di svago, elementi che possono dare alle persone un incentivo per affrontare e superare i problemi legati alla disabilità”.

La nuova edizione del Giro d’Italia di Handbike sarà caratterizzata da un’altra collaborazione quella con “The look of the year” concorso internazionale di moda.

Cindy Crawford, Vanessa Incontrada, Nina Moric, Ines Sastre, Natasha Stefanenko, Elenoire Casalegno, Elena Santarelli, Linda Evangelista hanno tutte un punto in comune: hanno mosso i primi passi da modella grazie a “The look of the year”, che è la più prestigiosa manifestazione internazionale legata al mondo del modelling, l’unica che rappresenta un osservatorio di ricerca privilegiato sulle future top model, in grado di coinvolgere ogni anno oltre 50 Paesi del mondo

Molte di queste modelle sfileranno e premieranno gli handbikers che si aggiudicheranno le diverse tappe vestendo la maglia rosa, la bianca e la nera. Questo e molto altro ancora verrà presentato il prossimo febbraio a Milano.

 

Ufficio Stampa “Giro d’Italia di Handbike”
Francesca Ronchi
ufficiostampa@girohandbike.it

tupuoi_sevuoi

21

Andrea Leoni, Giusy Versace, Walter Ferrari e Vera Atyushkina

27

Fabio Pennella e Daniele Cassioli

Categoria: News

Commenti (1)

Trackback URL | Commenti RSS Feed

  1. Flavio ha detto:

    Bello. Mi piace

Lascia un Commento